Passa ai contenuti principali

Post

Tra 30 anni in FVG circa 18mila minori in meno. 26 mila in stato di povertà. Una fotografia sui minori in FVG

Pubblicato sul sito della Regione l'annuario statistico che riguarda i minori in Friuli Venezia Giulia. Ed emergono dati variegati interessanti. Sono 181.476 i minori che risiedono in FVG al 1° gennaio 2017, il 15% circa della popolazione regionale complessiva. I minori stranieri sono circa 21 mila, l’11,6% del totale.  Ma quello che emerge con chiarezza è che se "nei prossimi trent’anni anni la fecondità, la sopravvivenza e la migratorietà della popolazione residente seguissero le recenti tendenze demografiche, i minori residenti in FVG sarebbero poco più di 160 mila, circa 18 mila in meno rispetto ad ora e costituirebbero circa il 14% della popolazione complessivamente residente in regione. Le perdite più consistenti si registrerebbero tra le classi d’età più vicine alla maggiore età." Importanti sono i numeri dei minori considerati in stato di povertà. I minori a rischio di povertà o esclusione sociale in FVG sono stimati in circa 26 mila ovvero il 14,4% del …
Post recenti

Perchè sulla Wikipedia italiana non si parla del ritiro dell'ambasciatore italiano in Egitto?Nonostante il ritorno?

Da   #whereisgiulio a #veritàpergiulioregeni. Dai primi momenti della scomparsa, a quel maledetto 3 febbraio 2016.  Il mondo ed il tempo si è fermato. Ma non si è fermata l'indignazione globale, planetaria. Se cerchi Giulio Regeni su Google ci sono quasi mezzo milione di risultati. Ma si era visto durare così a lungo ed essere così attiva  nei social una parola chiave come quella per Giulio, verità per Giulio Regeni, che non vale solo per Giulio ma, come ricorda in ogni luogo e circostanza la sua famiglia e tutta la comunità che la sostiene, che è enorme, vale per tutti i Giulio e le Giulia che in Egitto sono scomparsi, sono stati massacrati, torturati, violentati nella loro dignità di essere umano. 
La storia di Giulio è una storia in itinere, non definita, perchè fino a quando non viene formalizzata la verità non potrà mai essere definita, e tutti gli indizi portano alla definizione di quella verità che viene costantemente negata e compromessa. Hanno talmente paura della verità…

Viva i re, gli imperatori e le regine a Trieste una statua di 7 metri per Maria Teresa a Ponterosso

Siamo una Repubblica che ha sconfitto la monarchia ma che dedicherà una statua ad una imperatrice di quell'Impero che scatenerà poi la prima guerra mondiale, che l'Italia aggredirà per prendersi soprattutto quella Trieste che voleva per il suo porto, per poi addormentarlo.

Si dice che la grandezza e la bellezza di Trieste è dovuta a Maria Teresa d'Austria .

A Trieste è esplosa una vera e propria austro-nostalgia che non conosce colore politico, che unisce vari sentimenti, che si inchina all'Impero perduto e caduto, che si inchina alla nobiltà, quella nobiltà a cui la rivoluzione francese ha fatto saltare più di qualche testa, quella nobiltà che sfruttava  il popolo per i propri usi e costumi e vizi più disparati.

Come è sempre accaduto storicamente. Ma purtroppo storie e film come quelli sulla principessa Sissi o l'attesa del perenne principe azzurro hanno lasciato nell'immaginario collettivo istantanee fuorvianti rispetto alla vera essenza degli imperi e dell…

Il 27 novembre inizia il Curling Bisiac,chi la favorita ?

36 squadre, sei gironi composti da sei squadre, 16 giornate. Parte a Ronchi la quinta edizione del torneo di Curling dove a colpe di pentolate a pressione e per la prima volta sulla pista di ghiaccio pensata solo per il Curling, si daranno battaglie tante squadre. Questa è l'edizione più partecipata di sempre e con alcune squadre matricole, come le Cicogne, il Fritto misto, i Muloni,i Scaveladi. I campioni in carica sono i Suliscian, che contro i Sonai apriranno la quinta competizione del Curling.
Quello che tutti si chiedono è chi vincerà questa nuova edizione? I campioni in carica si confermeranno? Gli eterni quarti, faranno uno scatto vincente? Sarà l'anno delle Alci con una finale magari contro gli Adulatori in quella che potrebbe essere una finale epica?  O le Bugege sorprenderanno tutti? Tante le squadre in competizione, in quella cornice perfetta che a Ronchi è possibile vivere grazie all'attività unica realizzata dal Giardino di Natale con la nascita di Ronchi Live …

I 220 passi della vergogna d'Italia, la galleria Bombi di Gorizia,non verranno dimenticati

Prima di svoltare l'angolo ed addentrarti nella magnifica cornice che è quella di Piazza Vittoria, leggi una targa che riporta una frase in ricordo della visita di Giovanni Paolo II "Gorizia, situata all’incrocio di correnti di pensiero, di attività e di molteplici iniziative, sembra rivestire una singolare missione, quella di essere la porta d’Italia che pone comunicazione il mondo latino con quello slavo: porta aperta sull’Est europeo e sull’Europa centrale”.
Sembra rivestire.  Appunto. Sembra.
Alle tue spalle la Prefettura, e poi segui quelle persone con la felpa ed il cappuccio entrare dentro la galleria Bombi che dovrebbe unire Gorizia, ma non è così. Però prima di entrare dentro quel luogo buio, umido, una seconda targa coglie la tua attenzione.
Si legge che " stelle è un progetto di raccolta di segni, presenze e storie per comprendere e raccontare la condizione della moltitudine di persone in viaggio lungo la Balkan Route". Segni e presenze che nella g…

Più di 10 film italiani al Festival internazionale del Film al Cairo. Non accadeva dal 2008

La normalizzazione dei rapporti passa anche attraverso l'arte, il cinema. Era dal 2008 che al Festival internazionale del Cinema che si svolge al Cairo, in Egitto, non partecipavano più di dieci film italiani.  Anno in cui venne presentato ad esempio Gomorra. Nel 2016 ne vennero presentati solo 7. Certamente scatenati in questa edizione 2017. Si legge che lo scopo del Festival è quello di "diffondere il gusto creativo, promuovere una maggiore comprensione fra i popoli del mondo ed essere da stimolo per un più ampio sviluppo dell'industria cinematografica." E come? Attraverso i desaparecidos egiziani? I mille Giulio e le mille Giulia? Ci sarà l' occasione per parlare dei diritti umani? Di quello che accade in Egitto? Di denunciare quello che accade in quel Paese? Oppure si farà finta di nulla? Perdendosi nel silenzio tipico dell'omertà? Questi i film italiani che parteciperanno a quel festival:
Babylon Sisters di Gigi Roccati: Festival of Festivals Caffè d…